FarmaciaNews.net


News

Diarrea da antibiotici

Gli antibiotici possono modificare l'omeostasi del microecosistema intestinale , provocando diarrea. La diarrea da antibiotici potrebbe essere dovuta in parte ad un'azione irritante diretta dell'antibiotico , oppure essere secondaria all'alterazione della flora intestinale ( dismicrobismo ). Per prevenire e curare la diarrea da antibiotici vengono di norma impiegati le sostanze probiotiche. Diversi studi clinici hanno valutato l'efficacia del Saccharomyces boulardii ( Codex ), un lievito , nella prevenzione della diarrea da antibiotici. In una revisione di P Periti e F Tonelli ( Farmaci & Terapia , 2000 = vengono riportati i dati di tre studi clinici. Nel primo studio 388 pazienti sono stati trattati per almeno 5 giorni con una Tetraciclina o una Betalattamina. Tra i 199 pazienti che hanno ricevuto anche il Saccharomyces boulardii , solo in 9 pazienti ( 4,5%) si Ť verificata diarrea contro il 17,5% ( 33/189 ) di coloro che avevano ricevuto placebo ( p < 0.001). Il secondo studio Ť stato effettuato su 180 pazienti adulti ospedalizzati e sottoposti a polichemioterapia antimicrobica ( Clindamicina , Cefalosporine , oppure Cotrimoxazolo ). Parte dei pazienti , randomizzazione 2:1 , hanno anche assunto Saccharomyces boulardii. 500 mg ogni 12 ore oppure placebo, prolungato oltre la cessazione degli antibiotici per altre 2 settimane. L'incidenza di diarrea Ť stata del 9,5% nel gruppo trattato con il lievito e del 22% nel gruppo placebo ( p = 0,038 ). Il terzo studio ha valutato il ruolo preventivo del Saccharomyces boulardii ( 500 mg ogni 12 ore ) su 193 pazienti ad alto rischio di diarrea da antibiotici , trattati con le Betalattamine. L'effetto protettivo del lievito Ť iniziato entro 72 ore.e si Ť mantenuto fino a 3 giorni dopo la cessazione dell'assunzione degli antibiotici. La diarrea si Ť infatti presentata nel 7,2% dei pazienti trattati con il Saccharomyces boulardii contro il 14,6% dei pazienti che non hanno assunto il lievito ( p = 0,02 ). In tutti e tre gli studi clinici non sono emersi effetti indesiderabili imputabili al Saccharomyces boulardii. ( Xagena2002 )